Archivio blog

domenica 21 aprile 2013

110•Giorno
20-04-13
Percorso: Tapachula - Tonalà 228 km

Holà,
il riposo, un percorso con saliscendi ma non impossibili, una bella strada a 2 corsie per ogni senso di marcia, un caldo sopportabile 38•..., il pacco che ho ricevuto ieri, ma sopratutto la carica dell'incontro di ieri, tutti i vostri  saluti e abbracci virtuali con all'orizzonte la Virgen de Guadalupe mi hanno spinto fino a Tonalà attraversando la terra storica del Chapas....
Nelle soste incontri... Un Americano dell'Arizona dove passerò che ora vive in Costarica mi ha voluto  dare per forza un'offerta....
Stò bene grazie, grazie!
Hasta manana!
P.S. Foratura, cambio in avanti dell'ora quindi siamo a -7 ore dall'Italia e Gps non sò che dire perchè a me segnala acceso e le pile l'ho cambiate una settimana fà.

5 commenti:

Mirco ha detto...

Carissimi amici, la strada ha dato il suo responso, Mauro sta benissimo e la sosta non ha lasciato scorie. La locomotiva umana è ripartita e i 38° sono stati quasi una goduria. Credo che l'unica cosa da fare sia alzarci tutti in piedi e con un lungo applauso salutare questo incredibile atleta...GRANDE MAURO...la tua forza psicologica sovrasta quella fisica. Carissimo Mauro, mi hai veramente sorpreso, sei andato oltre ogni logica, senza dubbio ai seguito la tua "gamba" e lei voleva girare vorticosamente, quasi che la metà percorso fosse la vetta e la seconda metà sia in discesa...E allora che dire, il caldo non è un problema, il percorso è praticamente piatto, vai amigos che la Vergine di Guadalape ti attende per la Sua Benedizione.
Un abbraccio, ripensa ai consigli ed abbi cura di te.

MARIA MASTAI ha detto...

Grande Mauro ! sono contenta di sapere che procede tutto bene . Un'abbraccio e la vergine di Guadalupe ti custodirà e ti benedirà nel tuo percorso , missione che rispecchia sempre più il tuo coraggio, la tua forza fisica e spirituale . Chiedi una benedizione anche per me quando arriverai al Santuario , anche perchè forse devo essere operata ho dei calcoli o sabbiolina nei reni . Ciaoo

sergio ha detto...

Hola Mauro,vedo con piacere che il viaggio continua e i chilometri crescono ogni giorno. Pensa Mauro che nonostante pedali quasi tutti i giorni non mi basterebbe un anno intero per fare quello che hai fatto tu fino ad ora. La locomotiva come ha detto Mirco é in perfetta forma e anche dopo il riposo ha ripreso a girare a pieno regime. Ottimo e mi raccomando segui sempre i segnali che il tuo fisico ogni giorno ti manda sono importantissimi e solo tu li puoi sentire noi non possiamo afre altro che ricordartelo e guardare avanti sulle insidie che i percorso potrà presentare. A presto a buon a giornata Sergio

Roberto ha detto...

Carissimi,
evidentemente Mauro ieri sera ha letto solo gli amorevoli, stupendi e sempre preziosi consigli quotidiani di Mirco ed è andato subito a riposare! Non ha letto fino all'esultazione d'Isalma sulla ripresa che abbiam notato del tracking GPS. Ma siam tutti felici che sia così! Forse li avrà letti stamane o vi ritornerà stasera o domattina all'alba prima di ripartire, se vorrà. Ci piacerebbe continuare ad esser al suo fianco e tentare d'influenzarne sempre i pensieri con tutti questi post ma... il tempo vola ed è il suo e Lui vuole continuare a viverlo in pienezza. Un'altra magica notte s'avvicina e il suo viaggio di sogno continuerà ad occhi chiusi, a differenza di noi tecnofili che potremo solo continuare a morire d'immaginazione e d'invidia. Ieri lo immaginavamo tutti sull'enorme Carretera/Route 200, già così lontana dal rumore degli sterrati del Sud, dai profumi di quella Natura e quella Vita che scorreva lenta ai loro lati... Cittadino del mondo, la locomotiva umana continua per la sua strada e chissà quante volte avrà già richiamato alla mente le immagini che ha scattato per noi e tutte quelle che gli son sfuggite... le voci e gli incontri più felici, i sapori delle tavole condivise... le chiaccherate ed i silenzi della notte... e quei tanti singoli secondi di vita, ritmati solo dal suono del suo respiro...
Quello che comincia a preoccuparci paradossalmente è il suo prezioso mezzo e l'usura a cui rapidamente sta andando incontro. Affidabilità e sicurezza da non trascurare mai, perchè anche sulle strade più ampie è meglio non abbassare mai la guardia.
Grande Mauro, continua così!
Buonanotte,
Buona settimana e Hasta luego!

Isalma Pighetti ha detto...

Ciao Mauro, 228 km....spettacolare, sei UN MITO!!! Altro che freccia rossa, adesso vai tanto forte che assomigli alle frecce tricolori, il rosso per la tua bici, il verde per la speranza che regali a chi ti incontra e il bianco per la tua parte spirituale. C'è racchiuso tutto, e poi ci sei te, il pilota numero uno. Mauro che il Santuario Nostra Signora di Guadalupe sia per i prossimi giorni il tuo faro, che ti possa guidare nel proseguo del film. Riguardati e buon riposo.