Archivio blog

sabato 23 marzo 2013

81ºGiorno 22/03/13 Percorso: Cayambe - Bolivar 127 km Hola' se tutto va' domani lascio l'Ecuador e sconfino in Colombia. Non pensavo oggi di arrivare fin qua', salito fino a 3100 metri per poi ridiscendere a 1800 m. e risalire a 2550 m... Gli ultimi 30 km pioggia di cui 10 minuti torrenziale.... Bolivar non ha hotel ma riuscito a trovare sistemazione... Per asciugare maglie e altro ho attaccato un filo in camera sotto la luce (notte con luce accesa) e ieri divertente con il fratello di Rafael (l'imprenditore Ecuadoreno di cui ero ospite), lavato e asciugato il vestiario ai fornelli... Stamani colazione con tutta la famiglia di Rafael, ha voluto darmi anche un contributo... Troppo forte, gentilezza estrema! Incontrato una coppia di Francesi con un tandem mai visto prima, partiti dal Canada per arrivare in Peru', mi hanno detto che hanno avuto qualche problema in Messico e Nicaragua... Esperamos bien e confidiamo come sempre in Dio! Annoto un'altra foratura... A manana! Ciao

4 commenti:

Mirco ha detto...

Buenos dias hombre, oramai lo spagnolo è la tua seconda lingua. Anche io, visto percorso e condizioni meteo, non pensavo arrivasti così avanti, ma tu dimostri sempre risorse che noi nemmeno immeginiamo e quindi mi alzo con la curiosità di vedere dove sei. Oggi arriverai al Confine e passerai in Colombia e credo la tua meta sarà Ipiales. Ovviamente hai davanti altre salite ma dovrebbero essere abbastanza regolari nel senso che viaggerai quasi sempre sui 2500 mt. per poi salire a 3000 e quindi scendere ai 1600 di Ipiaales dove, tra l'altro, c'è una Basilica bellissima. Oltre Ipiales c'è parecchia salita ed il primo centro è Pasto (ma non credo tu possa arrivare fino lì). Anche oggi il meteo è sulla pioggia (e purtroppo è così fino a Pasqua). Credo ritroverai il sole a Panama. Oggi che non lavoro provo con un programma di studiare nel dettaglio le altimetrie delle tappe che ti separano da Medellin per darti più informazioni possibili, ma credo che, superare i 100 km.a tappa come hai fatto oggi, sarà difficile perchè salita ce n'è tanta. Comunque, come dici tu, "l'ho voluta io" e quindi avanti che la missione continui....
Abbi cura di te, e speriamo che la pioggia ed il freddo non ti indeboliscano. Che Dio ti protegga amico mio.

sabina federigi ha detto...

Caro Mauro ci stupisce l'originalità delle " asciugatrici", ma ci fa capire quanto l'uomo è pronto ad ogni inventiva in ogni occasione! per questo la nostra specie non finirà mai!!!Grande è la forza che possiamo trovare dentro di noi nei momenti più duri... grazie anche alla FEDE che non ci deve mai abbandonare! Forza sei un grande e fra poco scoccheranno i 10000Km. Ciao a presto Sabina

sabina federigi ha detto...

10000km non credo ai miei occhi hai ottenuto un nuovo traguardo! Sei arrivato in Colombia, Miticooooo!!!Avanti e non mollare mai....ciao Sabina e famiglia

Isalma Pighetti ha detto...

Fortissimo Mauro, brava Sabina che hai dato il DONG del nuovo traguardo...mai visti tanti zeri insieme, 10000....proprio un numero altissimo....e la Colombia oggi ha accolto un ciclista che è una vera rivelazione! Oggi, Mauro, dal percorso che hai fatto dal GPS sembra che avevi il turbo inserito...Ti stai forse attrezzando per fare i miracoli? Attendiamo il tuo resoconto giornaliero. Ciao!