lunedì 13 maggio 2013

132•Giorno
12-05-13
Percorso: oltre La Pintada - a 70 km dopo Hermosillo 127 km

Holà,
dove eravamo rimasti ieri?
Che ripartivo, con la sorpresa che il vento mattiniero è scomparso. Bellissimo!
Il dormire in tenda ha i suoi pro e contro, uno è che le glicemie sono ottime... Non potendo avere abbondanza, mangio il giusto razionando... Fiscalissimo in tutto. La fame c'è ma prevale lo spirito di sopravvivenza... Il superfluo se ne va!
È proprio vero, l'essere umano nell'abbondanza si confonde....
Da un paio di giorni è ancora cambiata l'ora, quindi adesso sono a - 9 ore dall'Italia. A me non cambia molto questo cambio, vado con l'orologio dell'alba e del tramonto...
In questo momento sono a Santa Ana, buona pedalata e chissà che il vento diventi il mio alleato per superare il Desierto de Altar... Prime ore contro, da circa un'ora quasi del tutto favorevole...
Ciao hasta luego.

35 commenti:

sabina federigi ha detto...

Caro Mauro siamo con te, siamo il tuo vento , preghiamo che questa settimana razionata passi in un lampo! Sei in anticipo di diversi giorni sulla tabella di marcia quindi quando arriverai dalle Missionarie avrai tutto il tempo che vorrai per rifocillarti di cibo e di fede e un pò di riposo!!! un abbraccio grande Sabina e famiglia

MARIA MASTAI ha detto...

Spero che non debba razionare troppo . Mi raccomando ti seguiamo e accompagnamo nella preghiera e come dice Sabina, sei incredibile vedendo che sei in anticipo rispetto alla tabella prefissata, riuscirai a recuperare dalle missionarie . La tua fede è la marcia che non ti fa mollare ti ammiro molto . Ciao

Mirco ha detto...

Ciao Mauro, il "silenzio" del GPS mi fa pensare che probabilmente non c'è campo. Fino a Sonoyta, e quindi presumibilmente fino alla fine tappa di oggi, ti ho già dato tutte le informazioni che avevo. Da Sonoyta a San Luis Rio Colorado c'è ben poco da dire, percorso pianeggiante nel nulla e nel caldo asfissiante. Speriamo non ci siano sorprese, ma credo dovrai pernottare in tenda perchè la distanza tra i due paesi è di 205 Km. alimentati bene e sopratutto fai scorta di acqua. In bocca al lupo amico mio non vedo l'ora di sapere che sei giunto a San Luis.

ariete ha detto...

Purtroppo Mauro è stato ucciso in un incidente sulla Santa Ana-Altare, il vostro corpo è in una casa funeraria a Caborca​​, Sonora, Messico. se qualcosa che posso ayuarles volentieri.
Araceli Celaya
e-mail: acelayamann@hotmail.com

ariete ha detto...

I resti di Mauro Talini sono a un funerale di Caborca​​, Sonora, Messico e la necessità di contattare un membro della famiglia a consegnare urgentemente i suoi resti ...

Marta Graziani ha detto...

Nel dolore più grande, devo purtroppo confermare l'avvenuto decesso di Mauro. Ci stringiamo intorno alla famiglia con la preghiera e con la promessa che quanto fatto da Mauro avrà un seguito e sarà per tutti noi il fondamento di altri messaggi di Pace e di Speranza degli anni futuri. Purtroppo è spesso il dolore che ci aiuta a vedere oltre e ci mette a confronto con una realtà tanto più grande di noi. Mauro non sarai mai dimenticato e tutti noi ti porteremo nel cuore come esempio di grande forza e di immenso coraggio, infatti hai creduto che un messaggio di Pace e di Speranza possa essere inviato a milioni di persone con il sorriso e la Fede di persone come te che sono Grandi non solo di statura e parlano la lingua dei puri di cuore.

sergio ha detto...

Non riesco ancora a crederci, spero di essere dentro un sogno e di potermi svegliare e poter dire NON E' VERO anche se purtroppo la realtà é diversa. Non ci sono parole per esprimere la tristezza che ti prende quando un amico ti saluta per sempre. Grazie Mauro per tutto quello che ci hai trasmesso e hai saputo donarci ono la tua semplicità e il tuo coraggio nell'affrontare anche le prove più difficili. Ci mancherai tanto. Sergio

Cristina de fazio ha detto...

Mauro tutti noi amici dell'ANIAD siamo e saremo sempre con TE...la tua forza, la tua determinazione, la tua pulizia morale ci guiderà per sempre.
Ti abbracciamo,
Gerardo Corigliano e Cristina De Fazio,
a nome di tutti coloro che lo hanno conosciuto ed apprezzato.

Mirco ha detto...

Non avrei mai creduto di scrivere queste righe, non trovo le parole per urlare al mondo il dolore che mi sta dilaniando il cuore, la mente...Non ti "garbava" che ti chiamassi "Campione" ed invece lo eri, nello sport e nella vita. Ho perso un amico, un grande amico, ci si conosceva da poco ma ci si capiva al volo. Tu Mauro non ci sei più, ma mi hai lasciato i tuoi ideali e farò il possibile per onorare la tua memoria odoperandomi per portarli avanti.
Grazie per avermi regalato la tua amicizia. Un ultimo grande abbraccio amico mio

MARIA MASTAI ha detto...

Spero che la grande fede che ci ha trasmesso Mauro ci aiuti in questo momento così doloroso e triste . Un'abbraccio forte alla famiglia e tutti gli amici e alle missionarie di Padre Kolbe in modo particolare a Marta Graziani .

giucas75 ha detto...

Ho avuto il piacere e l'onore di pubblicare i tuoi diari sul sito dell'Aniad prima che avessi un blog tutto tuo. E tramite i tuoi diari e tuoi racconti mi arricchivo...hai fatto viaggiare anche me, ti ho ammirato tanto che gran bella persona!!!

franca bosco ha detto...

claudio mori e franca hanno detto.
non ci sono parole che possono colmare il dolore che oggi ci soffoca,le nostre lacrime scendono solo al pensiero che non potremo più abbracciarti. Ringraziamo il Signore per averci dato la possibilità di averti conosciuto ed amato. Ora che sei in Paradiso rimani in sella alla tua bicicletta nell'infinito. Ti ricorderemo sempre con tanto tanto affetto

paul cruz ha detto...

Hit questo illustri muore ciclista, il mio rispetto per riposare in pace.
http://www.arietecaborca.com/?p=42488

Isalma Pighetti ha detto...

Questa mattina leggendo due commenti sul blog è stato come ricevere una pugnalata al cuore…mai più avrei pensato di leggere ciò che vi era scritto…e incredula non ho detto nulla, anche se avrei urlato dal dolore; poi ricevuta conferma che era tutto reale e purtroppo non "un sogno" sono state solo lacrime e preghiere, per te Mauro e per i tuoi famigliari. Mauro, ti ho conosciuto quasi per caso, scoprendo poi quanto valoroso eri compiendo i tuoi viaggi in solitaria in giro per il mondo. Per me eri già Grande così, come uomo....poi come ciclista eri il massimo! Ti voglio ricordare facendo cose belle!!! Arrivederci in Paradiso dove da lassù veglierai su tutti noi.

sabina federigi ha detto...

Caro Mauro , così voglio scriverti come ho fatto tutti giorni della tua/nostra missione, "caro" perchè sai quanto ti abbiamo voluto bene e quanto continueremo a volertene!Purtroppo ci hai dovuto lasciare,e il dolore che ci stringe lo stomaco e il petto è molto forte! Ma non credere che ciò che hai seminato sia andato perduto: Tu sei stato un seme buono e sei caduto su un terreno fertile...Hai parlato d'amore L'AMORE CREDE NELL'IMPOSSIBILE e tutti ti vogliono un gran bene in tutto il mondo e cercano di seguire i tuoi insegnamenti! Hai parlato di diabete DIABETES NO LIMITS e hai dato la speranza a tanti bambini e adulti con questa patologia in un futuro migliore!In questi mesi tanti insegnamenti ci hai dato su come vivere dell'essenziale,dei valori fondamentali della famiglia, dell'amicizia, del prossimo... Nulla è andato perduto e faremo il possibile perchè nel futuro il tuo sacrificio per uno scopo così nobile non vada nel nulla! grazie di essere esistito per tutti noi! grazie per i valori che ci hai tramandato ! Grazie fratello mio! Un forte abbraccio per sempre da Sabina e famiglia

Mariella ha detto...

Caro amico mio, aspettavo con ansia il tuo ritorno per sentire ancora una volta i tuoi racconti e vedere le tue belle foto e non ho parole, ho solo lacrime.. Che la tua ultima salita sia lieve.
Mariella

Giancarlo Maini ha detto...

Caro Mauro,da qualche tempo, al mattino presto, nel dormiveglia, mi vengono a trovare persone a me care non più presenti fisicamente.
Con loro parlo, chiedo consigli e aiuto e, per me, sono momenti di pura felicità. Oggi, per colpa tua, ho pianto tutte le lacrime che avevo in corpo e pretendo un risarcimento. Come? Aggregati alla compagnia e fallo in fretta, anche per me il tempo stringe. Ci siamo capiti? Giancarlo

tomas castro ha detto...

la direzione della camera ardente dove hanno il loro corpo in Caborca​​, Sonora è Obregon Strada e Avenue W n ° 321, il numero di telefono è 637 372 5900 se alguen un membro della famiglia può dire molto grato

tomas castro ha detto...

Hermosillo lo ha visto uscire di Domenica 12 maggio, porto molto bello, mi chiedo quanto servizio di distanza Hermosillo era accanto a ricaricare l'acqua. riposa in pace che vergogna, che ha combattuto contro Deabetes e si è conclusa in questo modo, è morto in Sonora Messico nei pressi di una città chiamata trincee, ora il tuo corpo è al carro funebre di Caborca​​, Sonora e non è possibile individuare la sua famiglia

tomas castro ha detto...

Ho scritto un po 'in ritardo, ma i commenti che l'intenzione era che la sua famiglia e gli amici appreso della disgrazia che è successo a Mauro, parlare con la parte anteriore della torre di Hermosillo, una caratteristica in questa città e oggi trovo tragedia e è incredibile, non posso credere, chiederà le dimissioni ai loro cari e un grande abbraccio.

canica.azul ha detto...

http://www.proceso.com.mx/?p=342109

Rammarico NEWS SO SAD. È un eroe. Le mie condoglianze alla sua famiglia. UN GRANDE UOMO CON UNA GRANDE SPERANZA.



Marina Eventi Tonfano ha detto...

Ciao Mauro, sai cosa ricorto di te maggiormente? La tua umiltà, il tuo sederti sempre in ultima fila senza mancare mai ad un impegno. Ad ottobre abbiamo fatto un viaggio di ritorno insieme e tu hai accolto il mio momento di sconforto con semplicità e generosità. Mi auguro che il tuo viaggio non finisca mai, anche lassù!
Maria Tucci

Nallely Garcieras ha detto...

Mauro Talini “DIABETES NO LIMITS “
La Diabetes no limitó sus sueños.. Dejo atrás todas esas historias contadas al tener una enfermedad corriendo por su sangre, cuando supo que tenía más que sangre en las venas :) Tenía espíritu .. Tenía fuerza .. Tenía coraje ..Tenía FE..
Lamentable que México haya sido el último país que te observara pasar..
Ahora termina tu ruta en este mundo para continuar con una ruta aún más maravillosa Una ruta eterna. Su viaje no terminarà nunca mas ..
Morir persiguiendo tu Sueño .. Es haber vivido realmente ..
Cumplió su propósito, dejar Huella en nuestras vidas, y demostrar que el Cielo es el limite ¡!
Mil gracias hasta el cielo ¡!

Maria Federigi ha detto...

Oh Mauro ma come si fa' a credere che sia vero, mi sembra di vivere in un brutto sogno che non finisce ma continua... Come si fa' a dirti che ci dispiace e che ti ricorderemo quando non si riesce a realizzare che adesso stai pedalando in Paradiso e non sulla terra verso l'Alaska, magari lì ora ci sei già arrivato ma come si fa' a credere che sia vero!!! Spero solo di esserci anche io, un giorno, in Paradiso per abbracciarti di nuovo come quando sei partito visto che non potrò farlo quando tornerai... adesso è solo dolore ma so' che poi prevarra' il ricordo di tutto ciò che hai fatto di buono e che continuerai a fare da lassu'!! Ti voglio bene! un bacio!

Ana Sotomayor ha detto...

Sonno Ana, sonno messicana. Il mio marito e Io siammo a Hermosillo, Sonora.Siammo tristissimi per la situazione, pero questo, vogliamo offrire nostro aiutto per qualcosa que la famiglia de Mario o qulacuno puo neccesitare. Per contatare con me mi poi scribere a sotomayor.anam@gmail.com

Renee Rivero ha detto...

grazie per il tuo esempio e la forza che ha insegnato al mondo

Roberto ha detto...

Ciao Mauro,
con Mirco, Sabina, Maria, Isalma, Marta e tanti, tanti, tanti altri ti seguivamo fin dai preparativi di Dicembre scorso... che piacere leggerti e rileggerti tutti i giorni, com'è stato emozionante gioire e soffrire CON TE km dopo km, quante verità e quanti messaggi importanti hai generosamente condiviso, quanti VALORI hai saputo insegnarci con tutta la tua disarmante semplicità... Hai portato l'AMICIZIA, il BENE e l'AMORE dal SUD al NORD del mondo, hai saputo DONARE ALLEGRIA, PACE ed ARMONIA a piene mani a tutti quelli che hai incontrato o solo conosciuto indirettamente, grazie alla tua Avventura. Ascoltarti ogni giorno era ed è come sentire risuonare la tua voce dentro di noi, che ci faceva crescere insieme grazie alla tua profonda testimonianza di FEDE. GRAZIE di aver gioito con tutti NOI, grazie per avermi chiamato ben 2 volte col tuo satellitare solo per sentirmi e condividere insieme i momenti più gioiosi del tuo viaggio. La mia Giorgia ricambia tutti i tuoi grandi saluti ed è orgogliosa e felice di aver potuto partecipare alla FOTO con gli altri bimbi/genitori dell'AGD, tua Mamma, tuo fratello, i tuoi famigliari ed amici. Momenti di pura gioia che Domenica scorsa ho fortemente voluto per poterTI abbracciare per qualche attimo, insieme a tutti quelli che vivon il Diabete ogni giorno, senza limiti, magari da quando han iniziato a camminare... Stretti alla tua Mamma e tuo fratello, condividendone apprensioni, passioni e il desiderio di riaverti qui presto... ma non così tanto...  e TU, Campione, col tuo tempismo perfetto 24 ore dopo ci hai incontrato a pranzo controllando la foto su FB... fornendoci così poi la conferma nei tuoi emozionati messaggi email ed SMS (che qui condivido unificandoli), a un paio d'ore da quel terribile colpo alle spalle...
"Ciao Roberto, sei veramente incredibile! Ho visto la foto che hai a casa dei miei... Che strano che fa, non ci siamo mai visti ma è come ci conoscessimo da una vita...  Sei forte, un grande saluto a Giorgia!
Sono giorni tosti questi fa caldissimo... Ma la tua vicinanza e le altre mi conforta. Ciao e grazie! Mauro
P.s. Spero che con Marta riuscite a fare qualcosa."
(Santa Ana, Lun 13 Mag h.13:52)
... Alle 15, ripresa la strada per Altair, dopo 50 km (un'ora e 25') il tuo fedele GPS si fermava all'improvviso, nonostante la tua costante andatura da "Locomotiva umana" e vi rimaneva per un'interminabile ora e 33 min. (tempo di automatico 'Stand-By' (ibernazione)... Parrebbe fra l'altro ancora laggiù visto che era impostato per ripartire spontaneamente se movimentato...
Da quella notte, come adesso, ho dormito poche manciate di minuti, prima col presentimento, poi nella peggior conferma di mercoledi mattina... ad oltre 36 ore dall'assurdo incidente. Tanti inutili 'SE' e 'NoN' hanno disperatamente affollato  i nostri pensieri, ho passato ore a guardare le foto satellitari di quella strada e quei 30m. di strettoia dove ti hanno urtato mortalmente..
Ma come hai chiesto tu pochi minuti prima...
Ora si tratta di far 'pedalare' i tuoi ideali ed insieme usarli per realizzare qualcosa di veramente importante!
Hasta siempre,
caro amico mio

José María Feliu ha detto...

Con noticias como esta ahonda la conciencia de la fragilidad, el azar y viene a la mente un cierto olfato. Quizá, además, el camionero no ha atropellado el sueño de Mauro; creo que Mauro se ha ido con su sueño intacto y el viento, esa preocupación constante de quien alguna vez ha rodado en una bicicleta, ya le va a ser siempre favorable.

José María Feliu ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Simone Checchi ha detto...

sentite condoglianze a tutta la famiglia, notizia terribile! i ricordi di infanzia passati assieme a te rimarranno sempre dentro di me, Ciao Mauro eri un grande!

Daniela Bordone ha detto...

Ciao Mauro, ora ci sorridi da lassù, mentre ti bei della vista di Maria e Gesù finalmente libero da insulne e controlli della glicemia. Sarai sempre nel mio cuore. Grazie a Dio di averci fatto incontrare. Daniela

Roberto ha detto...

Non so chi l'abbia notato ma dopo 4 giorni sotto il sole le tue borse, la tua bici (?) ed alcuni tuoi oggetti personali lasciati sul luogo dell'incidente, venerdi sera o al massimo ieri mattina son stati recuperati e da oltre 24 ore si trovano probabilmente in mano alla Polizia locale o comunque in qualche deposito del Municipo de Caborca... Almeno questo è quanto si può dedurre dai movimenti del tuo GPS che come da tue disposizioni si riattiva ogni qualvolta viene spostato...Da oltre 24 ore è dinuovo in modalità di risparmio energetico, probabilmente vicino alla tua amata bici, la tua macchina foto, la rubrica con tutti i tuoi nuovi incontri, ecc.... Come sai tuo fratello e Marta sono ancora in volo ma stan arrivando e saranno avvisati da un SMS appena a terra riaccenderanno i telefoni... o accederanno alla loro Mail... Holà Campione, continui ad esser raccontato da tutta questa tecnologia a cui ti sei sempre accompagnato, vedi?? Hasta siempre, Mauro!!

michele ha detto...

come ti avevo scritto poco tempo fa "lasci il segno"..............
Visto che gli eventi non ci hanno dato la possibilità di conoscerci al tuo ritorno, spero un giorno, se sarò degno, di poterti incontrare lassù..

Gruppo di preghiera "Cenacolo" ha detto...

La morte non è niente. Sono solamente passato dall’altra parte: è come fossi nascosto nella stanza accanto. Io sono sempre io e tu sei sempre tu.
Quello che eravamo prima l’uno per l’altro lo siamo ancora.
Chiamami con il nome che mi hai sempre dato, che ti è familiare; parlami nello stesso modo affettuoso che hai sempre usato. Non cambiare tono di voce, non assumere un’aria solenne o triste. Continua a ridere di quello che ci faceva ridere, di quelle piccole cose che tanto ci piacevano quando eravamo insieme. Prega, sorridi, pensami! Il mio nome sia sempre la parola familiare di prima: pronuncialo senza la minima traccia d’ombra o di tristezza. La nostra vita conserva tutto il significato che ha sempre avuto: è la stessa di prima, c’è una continuità che non si spezza. Perché dovrei essere fuori dai tuoi pensieri e dalla tua mente, solo perché sono fuori dalla tua vista? Non sono lontano, sono dall’altra parte, proprio dietro l’angolo. Rassicurati, va tutto bene. Ritroverai il mio cuore, ne ritroverai la tenerezza purificata. Asciuga le tue lacrime e non piangere, se mi ami: il tuo sorriso è la mia pace. (dalle poesie di Sant’Agostino)

L’ultima tappa per la grande meta, il cielo. Buona pedalata.
Ciao Mauro

Gianluca Colzi ha detto...

Solo oggi ho saputo della triste notizia. Ho conosciuto Mauro diversi aa fà, su un campo di calcio di Prato, ai tempi dell'ADAP (associazione Diabetic Area Pratese) e poi, ammirato, anche perchè ne condividevo la passione per il ciclismo, ho letto delle sue imprese. Oggi, che sono a letto per un incidente in bici, mi è arrivato un messaggio sulla cicloturistica commemorativa del 25 aprile. Non ho parole per esprimere il mio dispiacere per un destino così amaro. Un tardivo pensiero di condoglianze e supporto ad i familiari ed a tutti quelli che gli volevano bene. Gianluca